Lavoro: risarcimento del danno anche senza procedimento disciplinare

Il datore di lavoro può chiedere i danni al dipendente anche senza aver attivato nei suoi confronti un procedimento disciplinare  A causa di un errore commesso nell’esercizio delle tue mansioni hai creato un danno economico all’azienda per la quale lavori; il tuo capo ti ha quindi chiesto il risarcimento del pregiudizio subito, senza tuttavia avviare […]

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo con imprese collegate

In caso di collegamento tra imprese, le ragioni del licenziamento vanno valutate in rapporto all’intero gruppo societario  Sei stato licenziato per riduzione di personale da parte dell’azienda che formalmente ti ha assunto, ma che opera nel settore anche attraverso imprese collegate, con le quali condivide spazi comuni, sedi, personale, amministratori e dirigenti. Ti chiedi dunque […]

È trasferimento d’azienda il cambio di titolare dello studio professionale

Successione nella titolarità di uno studio professionale: i dipendenti hanno diritto al mantenimento del posto di lavoro con i medesimi diritti precedentemente attribuiti Lavori come segretaria in uno studio professionale e il titolare ha deciso di ritirarsi dall’esercizio della professione, di andare in pensione, oppure ha vinto un concorso e si cancella dal’Albo professionale; decide […]

Ferie: la retribuzione deve essere la stessa dei periodi di lavoro

Durante i periodi di ferie va riconosciuta la medesima retribuzione dei periodi di lavoro effettivo Sei un addetto alle operazioni di cassa e perciò percepisci l’indennità di maneggio denaro, oppure un macchinista che percepisce compensi correlati all’assenza dalla residenza. Se, in ragione delle particolari mansioni svolte, o dell’orario di lavoro prestato, ti vengono riconosciute dal […]

Pubblico impiego: è possibile il cumulo di aspettativa?

Sono un operatore sociosanitario in aspettativa per motivi familiari. Sono risultato idoneo al concorso presso altra amministrazione del comparto. Ho diritto di ottenere l’aspettativa per incarico a tempo determinato, pur trovandomi già in aspettativa per motivi familiari senza stipendio? In base alla disciplina di cui all’art. 12 del CCNL Integrativo del 20 settembre 2001, per […]

NASpI: sì anche in caso di dimissioni per trasferimento oltre 50 km

Le dimissioni e la risoluzione consensuale motivate da trasferimento del dipendente oltre i 50km danno diritto alla NASpI  L’azienda ti ha comunicato che sarai trasferito di sede ad una distanza superiore di 50 km rispetto alla tua residenza e la tua attuale sede lavorativa. Per ragioni organizzative e familiari ti vedi costretto a recedere dal […]

Stato famiglia: ne fanno parte solo coniuge, parenti e affini

Il mio ragazzo vorrebbe trasferire la residenza a casa mia, senza pero unire lo stato di famiglia. E’ obbligatorio, in caso di convivenza, entrare nello stato di famiglia? Lo stato di famiglia è un documento ufficiale che certifica la composizione della famiglia anagrafica, indicando i nomi di coloro che vivono nella stessa casa. Esso può […]

Dimissioni: sono valide solo quelle telematiche

Il rapporto di lavoro subordinato può essere risolto per dimissioni solo presentando il recesso con le modalità telematiche prescritte dalla legge. Spesso accade che un lavoratore impugni il licenziamento intimatogli dall’azienda in forma orale e questa sostenga invece che sia stato il dipendente a recedere dal rapporto rassegnando le proprie dimissioni, senza seguire le prescritte […]

Si può licenziare il dipendente che ruba?

Se il valore dei nani sottratti è esiguo, il licenziamento pecca di sproporzione Hai riscontrato un ammanco di cassa di qualche decina di euro e sei convinto sia stato un tuo dipendente ben identificato, oppure hai sorpreso un tuo commesso a rubare un oggetto di valore molto esiguo; vorresti licenziare perché è venuta meno la […]

Patto di prova nullo: quale tutela avverso il licenziamento?

Il licenziamento conseguente a patto di prova non dà automaticamente diritto alla reintegrazione.  Sei stato formalmente assunto in prova, ma di fatto hai iniziato a lavorare prima della data indicata sul contratto di lavoro, oppure ti hanno proposto di svolgere un periodo di prova più lungo di quanto previsto per legge, o ancora durante il […]

image_pdfimage_print