Chi è considerato assente in una assemblea condominiale?

Cosa succede se mi allontano durante una votazione condominiale? Per impugnare una delibera condominiale ci sono 30 giorni che decorrono dalla delibera stessa per i presenti (astenuti o dissenzienti) o dalla successiva comunicazione del verbale per gli assenti. In quale delle due categorie rientra il condomino che, pur presente alla riunione, si allontana di pochi […]

Quanti condòmini servono per cambiare amministratore?

Quale maggioranza occorre in assemblea per revocare e sostituire l’amministratore condominiale? Quando si può contestare la decisione? La legge impone agli edifici più grandi di nominare una persona che amministri il fabbricato per conto dei proprietari, occupandosi non solo degli affari ordinari ma anche di quelli straordinari, se aventi il carattere dell’urgenza. La soglia fissata […]

Rivotare un punto dell’ordine del giorno

Può l’assemblea votare una seconda volta sullo stesso punto? Immaginiamo che si svolga una riunione dell’assemblea condominiale per deliberare su diverse questioni. Tra queste, una non ottiene la maggioranza richiesta dalla legge e viene pertanto respinta. Tuttavia, pochi istanti dopo, un condomino che fino ad allora era stato assente fa il suo ingresso in assemblea […]

Come si calcolano le maggioranze in un supercondominio?

Cos’è e come funziona il condominio: partecipazione in assemblea e ripartizione delle spese. Immagina un complesso residenziale composto da più edifici, ognuno con un proprio condominio autonomo, ma che condividono beni e servizi comuni come giardini, parcheggi, impianti di illuminazione o videosorveglianza. Ebbene, ci troviamo di fronte a un supercondominio. In questi casi, la formazione […]

Condominio: maggioranza relativa, assoluta e qualificata

Quorum e maggioranza in assemblea: quando occorre il voto favorevole della maggior parte degli aventi diritto e quando solo quello dei presenti? In condominio vale il principio maggioritario, in ragione del quale la minoranza dissenziente è tenuta a rispettare quanto deciso dall’assemblea. Per evitare però una “dittatura della maggioranza” a discapito di tutti gli altri, […]

Amministratore dimissionario può convocare l’assemblea?

Dopo la scadenza del mandato, durante il regime della prorogatio, l’amministratore di condominio può decidere di fare la riunione per deliberare lavori straordinari? L’amministratore di condominio dura in carica un solo anno. Al termine di questo periodo, e fino a quando l’assemblea condominiale non deliberi circa la sua riconferma o la nomina di un sostituto, […]

Assemblea senza quorum: l’amministratore deve dimettersi?

Se l’assemblea condominiale non raggiunge il quorum – né in prima, né in seconda convocazione e nemmeno nelle successive assemblee regolarmente convocate – cosa deve fare l’amministratore condominiale: dimettersi? Se no: perché? La stasi assembleare non costringe l’amministratore alle dimissioni. Secondo il codice civile, l’amministratore può occuparsi della gestione ordinaria dell’edificio senza dover chiedere il […]

Verbale assemblea e consegna ai condomini

Entro quanto tempo l’amministratore deve consegnare il verbale dell’assemblea ai condomini e in che modo deve farlo? La legge impone, dopo ogni assemblea condominiale, che l’amministratore invii il verbale a tutti i condomini. Questo aspetto è essenziale ai fini non già della validità della delibera ma del diritto di opposizione dei condomini assenti. Cerchiamo di […]

Amministratore condominio deceduto: cosa devono fare gli eredi?

Gli eredi dell’amministratore deceduto devono convocare l’assemblea affinché i condòmini provvedano alla sua sostituzione? La carica di amministratore condominiale ha durata annuale, rinnovabile tacitamente per una sola volta. Alla scadenza, l’assemblea deve procedere alla conferma oppure alla nomina di un nuovo amministratore; nel frattempo, quello uscente resta in carica solo per gli affari urgenti. Ma […]

L’amministratore può andare in mediazione senza consenso?

L’amministratore può avviare una mediazione senza la preventiva autorizzazione dell’assemblea? L’avvocato è obbligatorio? Secondo la legge, tutte le controversie condominiali devono essere precedute dalla mediazione, cioè dal tentativo obbligatorio di raggiungere un accordo tra le parti in via conciliativa. Ad esempio, il condomino che intende impugnare una deliberazione deve innanzitutto invitare la compagine al tavolo […]

image_pdfimage_print