Recensione: Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo!

La fortuna ha voluto catapultarti in questo forum! Ora devi renderlo interessante raccontandoci delle tue letture! Raccontandoci del piacere di leggere! Cosa fa chi ha il piacere di leggere? Vorrebbe condividere il piacere di una bella lettura. Lo so, oggi ci sono tanti gruppi social e tanti siti che ti offrono la gioia di condividere. Se sei arrivato qui, però, è perché qualcun'altro ti ha fatto conoscere quest'angolo silenzioso in cui poter raccontare le sensazioni ed i tumulti, che quell'amico che tace quando deve tacere e che parla quando deve parlare, provoca. Aspettiamo le tue riflessioni, le tue recensioni, i tuoi consigli. In questo modo potrai trasmettere agli altri il tuo piacere di leggere, il tuo piacere di condividere e, perché no, il tuo piacere di scrivere. Gli scritti sono i benvenuti e saranno pubblicati nel forum o nel sito di riferimento come sta già avvenendo per alcuni autori. Puoi condividere le tue esperienze teatrali, puoi condividere file audio e video relativi a tue esperienze culturali purché non si violi il copyright. Puoi rinviare chi ti leggerà alle fonti audio video che hanno fatto parte della tua esperienza culturale. C'è, se ti va, tanto da raccontare perché di imparare non si finisce mai.

Administrator

Moderatore: Administrator

Rispondi
Administrator
Site Admin
Messaggi: 16
Iscritto il: sab giu 29, 2019 2:53 am
Contatta:

Recensione: Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo!

Messaggio da Administrator » lun ago 12, 2019 7:57 pm

Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo!

Silvana Petesi:

recensione libro
Libro davvero intenso che ci pone davanti a quelle realtà che non accettiamo e che non vogliamo vedere.

Amazon
Prezzo: € 6,64

Trama

Tra sogno e realtà si snoda un viaggio epifanico, una discesa nel profondo degli inferi dell’umanità. Un libro allegorico, ma anche terribilmente attuale che ci ricorda tantissimo quello più antico e noto di Dante.
Silvana Petesi ha voluto, nel suo Ho reso l’anima a Dio ma ora me la riprendo! ripercorrere il mondo dell’aldilà popolato da moderne anime in pena, che nell’aldiquà erano ricchi o poveri, giovani o vecchi, uomini o donne, bambini o bambine, poste in gironi diversi e che devono scontare una pena, per analogia o per opposizione, insomma il contrappasso di dantesca memoria.
Accompagnata da un’anima che si presenta come guardiano volontario in attesa delle anime smarrite. Anime che non accettano di aver lasciato il mondo umano e non accettano neppure che il loro involucro terreno sia stato distrutto dalla terra o dal fuoco. Anime che si rifiutano di vivere qui, con le loro sembianze umane.

L’autrice, che crede di essere morta, percorre vari gironi incontrando le anime perse, infelici per il resto della loro vita poiché sono stati assassini, uomini e donne senza amore, capaci solo di far del male al proprio prossimo.
Ci sono le creature alate che volano libere nel cielo e tra di loro una colomba che volava bassa e che nella vita era stata una missionaria laica violentata e massacrata da alcuni guerrieri.
Ci sono le amiche care che le sono state sempre vicine aiutandola e salvandola; le anime di coloro che si sono suicidati o nella vita sono stati dei clochard che le raccontano le loro storie tragiche.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno