Come rinnovare la Tessera Sanitaria

image_pdfimage_print

Solitamente è l’Agenzia delle Entrate ad inviare il nuovo documento all’indirizzo del contribuente ma capita, non di rado, che debba essere il contribuente ad attivarsi per richiederlo. Si tratta evidentemente di un’anomalia, e in questi casi il consiglio è di richiedere subito il rinnovo all’Asl ed accertarsi di quale sia il motivo per il quale non è stata recapitata al proprio indirizzo di residenza.
La tessera sanitaria è il documento utile per l’accesso ai servizi del SSN, viene utilizzata per registrare l’acquisto di farmaci da portare in detrazione fiscale e serve inoltre per l’accesso a cure e prestazioni mediche all’estero e può essere inoltre utilizzata come documento sostitutivo del codice fiscale.
La sua scadenza si ha normalmente ogni 6 anni ma ci sono alcuni casi particolari in cui il termine di validità è diverso. Nel caso di cambio del proprio medico di base in una regione diversa da quella di residenza la validità sarà di un anno; per i cittadini extracomunitari la validità sarà pari a quella prevista per il permesso di soggiorno.
Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, nella guida pubblicata il 1° febbraio 2021, anche in caso di scadenza della tessera sanitaria è possibile accedere alle prestazioni del servizio sanitario nazionale. Sarà invece necessario richiedere il nuovo documento nel caso di viaggi all’estero, o in alternativa si dovrà richiedere il certificato sostitutivo della TEAM (Tessera Europea Assicurazione Malattia).
Il rinnovo della tessera sanitaria dovrà essere richiesto presso l’Asl o presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate che, provvisoriamente, rilascerà al cittadino un certificato sostitutivo da utilizzare fino al recapito del documento in corso di validità.
L’Asl provvederà subito a comunicare al Sistema Tessera Sanitaria la richiesta di rinnovo e la nuova tessera sanitaria in corso di validità verrà recapitata a casa presso l’indirizzo di residenza associato al codice fiscale del richiedente.
Per controllare lo stato della tessera sanitaria è possibile accedere al portale del Sistema TS, nel quale si potrà accedere inserendo il proprio codice fiscale. L’esito della ricerca potrà portare ai seguenti risultati:
1) “Non sono presenti Tessere Sanitarie”: è necessario rivolgersi alla ASL di competenza.
2) “attendere che la produzione e la spedizione siano completate”.
3) Se risulta che lo stato della Tessera Sanitaria è “Spedita” e non è stata ancora ricevuta, è necessario rivolgersi ad un qualunque ufficio dell’Agenzia delle Entrate, per verificare la corretta registrazione della propria residenza.
Presentare richiesta per il rinnovo della tessera sanitaria è una procedura abbastanza semplice ma è bene indagare sui motivi per i quali non è stata inviata a casa perché di norma, l’Agenzia delle Entrate procede con l’invio almeno due mesi prima della scadenza del precedente documento.
Quando la tessera sanitaria non è stata spedita a casa è bene indagare su quali sono i motivi.
1) Comunicazione del Codice Fiscale erronea. L’errata comunicazione del Codice Fiscale impedisce all’Agenzia delle Entrate di individuare il contribuente e di procedere con il rinnovo automatico. Per le opportune verifiche ci si dovrà recare presso l’ufficio territoriale più vicino o contattare il numero verde (vedi sotto).
2) Mancata iscrizione all’ASL. Una delle altre ragioni che impediscono il rinnovo della tessera sanitaria è la mancata iscrizione all’Asl. Questo potrebbe accadere qualora si fosse provveduto nell’anno precedente alla modifica del proprio medico di base. In questo caso è possibile rivolgersi all’Asl territoriale per una nuova iscrizione.
3) Cambio di residenza in prossimità della scadenza qualora il nuovo indirizzo non sia stato tempestivamente comunicato.
Vi possono essere dei casi in cui la tessera sanitaria non sia mai stata ricevuta. Quest’anomalia può essere dovuta ad errori di comunicazione o di dati erronei con riferimento all’iscrizione all’Asl.
Per emettere la Tessera Sanitaria è necessario che siano verificate le seguenti condizioni:
1) Il cittadino è iscritto alla ASL;
2) La ASL invia telematicamente i dati di assistenza al Sistema TS.
3) una corretta attribuzione del codice fiscale al cittadino da parte dell’Agenzia delle Entrate.
Nel caso di codice fiscale errato, come abbiamo già visto, bisognerà recarsi presso l’Agenzia delle Entrate con documento di identità e richiederne l’attribuzione. Avvenuta l’attribuzione del Codice Fiscale, ci si dovrà recare presso la ASL muniti del certificato di codice fiscale e richiedere l’emissione della tessera sanitaria.
Ai cittadini non assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale, che effettuano richiesta di attribuzione del Codice Fiscale, verrà inviato il tesserino di Codice Fiscale.
Se si ha il codice fiscale correttamente rilasciato, ci si deve rivolgere alla propria ASL, affinché questa regolarizzi in via definitiva la posizione attraverso la comunicazione dei dati di assistenza al Sistema TS e consentire così l’emissione della Tessera Sanitaria.
Rinnovo tessera sanitaria: ha validità dopo la scadenza?
Anche dopo la data di scadenza, la tessera sanitaria conserva una validità parziale che tuttavia non deve far indugiare il cittadino sull’importanza di richiederne il rinnovo.
La tessera sanitaria è valida anche dopo la scadenza come documento sostitutivo del codice fiscale ed inoltre può essere utilizzata anche in farmacia per la registrazione telematica degli acquisti detraibili in dichiarazione dei redditi.
Inoltre è accettata anche dopo la scadenza in caso di necessità di accesso ai servizi del Servizio Sanitario Nazionale.
Al contrario, invece, è importante richiedere immediatamente il rinnovo della tessera sanitaria scaduta in caso di viaggio all’estero; rivolgendosi all’Asl verrà rilasciato il certificato sostitutivo della TEAM (Tessera Europea Assicurazione Malattia).
Per ogni informazione è possibile usare i canali messi a disposizione dall’Agenzia Delle Entrate.
Si può chiamare il numero verde Agenzia delle Entrate per richiedere il supporto di operatori ai seguenti recapiti:
• 848.800.444 da linea fissa;
• 0696668907 da cellulare;
• +39 0696668933 (da estero).
Il costo della telefonata da fisso e in base alla tariffa urbana a tempo. Per le telefonate da cellulare si applica il costo in base al proprio piano tariffario mentre il costo per le chiamate dall’estero è a carico del chiamante.
L’assistenza tramite numero verde Agenzia delle Entrate è disponibile dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 13 e per la richiesta di informazioni verrà richiesto il proprio codice fiscale.
L’assistenza telefonica dell’Agenzia delle Entrate è disponibile anche ai numeri:
• 848.448.833 per informazioni su avvisi di accertamento parziale notificati a proprietari di immobili affittati e su rimborsi e controlli di contribuenti non residenti.
• 320.43.08.444 – servizio sms per informazioni sintetiche su scadenze fiscali, codici tributo e tutte le informazioni che richiedono risposte non articolate.
Contatti PEC Agenzia delle Entrate
Per comunicare con l’Agenzia delle Entrate si possono inviare messaggi di posta elettronica certificata aventi lo stesso valore legale delle comunicazioni cartacee inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.
Le PEC dell’Agenzia delle Entrate sono abilitate esclusivamente alla ricezione di mail da indirizzi di posta elettronica certificata e pertanto non vengono recapitate mail inviate da indirizzi mail ordinari.
I contatti e gli indirizzi PEC dell’Agenzia delle Entrate sono messi a disposizione sul sito ufficiale.
Web mail Agenzia delle Entrate
Si può richiedere assistenza all’Agenzia delle Entrate anche tramite Web mail, il servizio pensato per le richieste di informazioni in materia fiscale di carattere generale dei cittadini che non si avvalgono di intermediari.
Con la Web mail Agenzia delle Entrate si può inviare un messaggio di max 1500 caratteri su temi prestabiliti, da selezionare nel menù a tendina in apertura del servizio.
La risposta alla mail inviata all’Agenzia delle Entrate verrà recapitata all’indirizzo di posta elettronica indicato nel form di compilazione. Il servizio viene automaticamente sospeso in caso di elevate richieste e riavviato dopo lo smistamento delle domande.
Per inviare una mail per assistenza di carattere generale si può accedere al servizio Web mail sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Rispondi

Call Now Buttonchiama
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: