OCSE e Reddito Di Cittadinanza

OCSE e Reddito Di Cittadinanza

image_pdfimage_print

Alla lettura di quest’articolo, grillini e leghisti, mi manderanno a quel paese ma credo che sia giusto che si sappia quanto l’OCSE afferma in merito al reddito di cittadinanza. Probabilmente il Presidente del Consiglio ci dirà che all’OCSE sono tutti miopi e che perciò non vedono la potenzialità del provvedimento bandiera del movimento 5 Stelle. Anche la riforma della legittima difesa tanto sbandierata doveva essere un provvedimento dalle grandi potenzialità ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, promulgando il provvedimento, ha ricordato che lo Stato non può esimersi dall’indagare se sussistono i principi cardine dell’Istituto. Per la Serie: “non si spara a cuor leggero”.
Torniamo al Reddito di cittadinanza e vediamo cosa ne pensa l’OCSE.
Secondo i dati che ogni anno raccoglie Employment Outlook “il livello del sussidio erogato con il Reddito di cittadinanza è troppo elevato rispetto ai salari medi”. Se oggi al sud ci sono stipendi di 600 € qualcuno mi dovrebbe spiegare come si incentiva una persona che può guadagnarne 780 ad alzarsi dal divano. L’Affermazione OCSE non dovrebbe stupire. “Tale provvedimento rappresenta un trasferimento di risorse importante verso le persone in condizioni di povertà (ricordiamo che è finanziato in deficit) ma il livello attuale del sussidio è elevato rispetto ai redditi medi italiani e relativamente a strumenti simili negli altri paesi Ocse. La sua messa in opera perciò dovrà essere monitorata attentamente per assicurare che i beneficiari siano accompagnati verso adeguate opportunità di lavoro”. Io aggiungerei che nel lavoro bisognerebbe investire ma sembra che l’attuale governo da quest’orecchio ci senta poco.
“L’altro dato negativo è che solamente il 21% degli adulti partecipa a programmi di aggiornamento professionale”. E’ una percentuale assai minima rispetto alle potenzialità della forza lavoro italiana.
Pur ritenendo positiva l’idea del reddito di cittadinanza, che negli altri paesi esiste sia pure congegnata in maniera diversa, l’Ocse rileva che la cifra di 780 euro sia squilibrata rispetto ai redditi medi considerando soprattutto il Sud del Paese (si veda sopra). “Si tratta inoltre di una misura pensata per favorire i single rispetto alle famiglie, quando invece avrebbe dovuto accadere il contrario. Rileva ancora l’Ocse che la transizione tra reddito garantito e lavoro non è stata pensata con l’attenzione necessaria considerato che si rischia una sorta di trappola del sussidio, si potrebbe rifiutare il lavoro perché comporta — rispetto al reddito di cittadinanza — maggiori costi per trasporti e cura dei bambini”.
Insomma, come più volte si è detto, si tratta di una misura elettoralistica e, diciamolo pure, congegnata male. Nessuno vuole qui negare che del reddito di cittadinanza non vi sia la necessità. Si critica però il modo di erogazione e i requisiti necessari all’ottenimento della misura. Non basta un ISEE ai minimi termini ma occorre un mercato del lavoro in grado di assorbire coloro che, per legge, devono ricevere le famose 3 proposte.

Administrator

0 comments on “OCSE e Reddito Di CittadinanzaAdd yours →

Rispondi! Dicci la tua! Qui puoi farlo senza censura! Sei libero e responsabile pienamente dei tuoi commenti!

Chiama Adesso!