Canone Rai – Chiariamoci le idee: Chi NON deve pagare

Canone Rai – Chiariamoci le idee: Chi NON deve pagare

image_pdfimage_print

Luglio è arrivato e con esso troveremo nella nostra buca delle lettere le fatture relative ai consumi di energia elettrica. Ma questa bolletta rappresenterà anche una prima volta. Sarà, infatti, la prima volta in cui riceveremo nella bolletta dell’energia elettrica il tanto odiato canone Rai. Pare necessario perciò chiarirci un po’ le idee andando a consultare ciò che ci dice chi incasserà il canone, ossia l’Agenzia delle Entrate, della quale si riporteranno in un articolo successivo le Faq e le relative note a margine qualora sia necessario.
Cominciamo a vedere chi è esente dal pagamento del canone:
1° “Caso particolare di esonero” 
–          Contribuenti con utenza elettrica per uso domestico residenziale
I contribuenti titolari di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale, per evitare l’addebito del canone TV in bolletta, possono dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a loro intestata è presente un apparecchio TV, sia proprio che di un componente della loro famiglia anagrafica, presentando un’apposita dichiarazione sostitutiva tramite il modello disponibile  sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.
Inoltre, con lo stesso modello, i contribuenti titolari di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale possono certificare la non detenzione, in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica ad essi intestata, di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per cui è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell’abbonamento televisivo per suggellamento, da parte del titolare o dei loro familiari.
Attenzione: queste dichiarazioni sostitutive hanno validità annuale.
Il nuovo modello può essere utilizzato anche per:
–          segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica del quale deve essere indicato il codice fiscale;
–          comunicare la non detenzione di un apparecchio tv da parte dell’erede per le abitazioni in cui l’utenza è ancora temporaneamente intestata ad un soggetto deceduto;
–          comunicare la modifica delle condizioni, ad esempio in caso di acquisto di un televisore nel corso dell’anno, avvenuta successivamente alla presentazione di una precedente dichiarazione sostitutiva.
Attenzione: la dichiarazione sostitutiva non deve essere presentata dai contribuenti che non sono titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale. Ad esempio, se nella stessa famiglia anagrafica un soggetto è titolare dell’utenza elettrica e un altro è il titolare dell’abbonamento TV, il canone è addebitato solo sulla fattura per la fornitura di energia elettrica e si procederà alla voltura automatica dell’abbonamento nei confronti del titolare dell’utenza elettrica, senza la necessità di alcun adempimento a carico del vecchio abbonato.
La dichiarazione è presentata sotto la propria responsabilità e la non veridicità è punita ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia (artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000).
Per ulteriori informazioni e dettagli si consiglia di consultare le Faq e la documentazione inserita nella sezione Normativa e prassi del sito dell’Agenzia delle Entrate.
COME
Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite l’applicazione web sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati.
Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, il modello, unito ad un valido documento di riconoscimento, può essere inviato, tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.
QUANDO
Dichiarazione di non detenzione
Per il 2016, la dichiarazione sostitutiva deve essere presentata entro il 16 maggio 2016, per avere effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016.
La dichiarazione sostitutiva presentata dal 17 maggio 2016 al 30 giugno 2016, ha effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre 2016. La dichiarazione sostitutiva presentata dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017 avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017.
Per gli anni successivi, la dichiarazione  presentata dal 1 luglio dell’anno precedente all’anno di riferimento e fino al 31 gennaio dell’anno successivo  ha effetto per l’intero canone dovuto per l’anno solare di riferimento (ad esempio, una dichiarazione presentata nel novembre del 2017 avrà effetto per il canone del 2018).
La dichiarazione sostitutiva  presentata dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno solare di riferimento ha effetto per il canone dovuto per il semestre solare successivo a quello di presentazione
Dichiarazione di addebito su altra utenza
La dichiarazione sostitutiva presentata in qualunque giorno dell’anno ha effetto per l’intero canone dovuto per l’anno di presentazione e non va ripresentata ogni anno.
Attenzione: in caso di attivazione di nuova utenza di fornitura di energia elettrica da parte di soggetti che non siano già titolari di altra utenza residenziale nell’anno di attivazione, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione va presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa. In via transitoria per l’anno 2016, per le nuove utenze attivate nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2016, la dichiarazione sostitutiva va presentata entro il 16 maggio 2016 per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa.
I modelli relativi sono reperibili a questa pagina:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Contribuenti+con+utenza+elettrica+residenziale/Modello/Dich_sost_TV_mod.pdf

Se il link sopra riportato non dovesse funzionare, cliccare sul link sottostante:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Contribuenti+con+utenza+elettrica+residenziale/

2° “Caso particolare di esonero”
–          Cittadini ultrasettantacinquenni
I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713 euro, per essere esonerati dal pagamento del canone TV possono  rivolgersi agli uffici dell’Agenzia per presentare una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione.
La richiesta, accompagnata da un documento di identità valido, deve essere compilata sull’apposito modello pubblicato sul sito internet dell’Agenzia.
Chi fruisce dell’esenzione per la prima volta deve presentare la richiesta entro il 30 aprile; per coloro che intendono, invece, beneficiarne a partire dal secondo semestre, la scadenza è fissata al 31 luglio.
Per continuare ad avvalersi dell’agevolazione negli anni successivi se le condizioni di esenzione permangono, non è necessario presentare ulteriori dichiarazioni.
Se invece, negli anni successivi alla presentazione della dichiarazione si perde il possesso dei requisiti per beneficiare della esenzione, è necessario versare il canone.
Chi, infine, nel corso dell’anno attiva per la prima volta un abbonamento al servizio radiotelevisivo, deve inviare la richiesta di esenzione entro 60 giorni dalla data in cui sorge l’obbligo di pagare il canone.
Coloro che hanno già pagato il canone per gli anni 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015, possono chiederne il rimborso tramite il modello – pdf disponibile anche presso gli uffici dell’Agenzia, accompagnato dalla dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti.
Attenzione: Il limite di reddito di 6.713,98 euro per poter beneficiare dell’esenzione è quello attualmente previsto dalla legge. Pertanto, ai fini dell’esenzione del pagamento del canone TV, deve essere utilizzato il modello di dichiarazione sostitutiva presente in questa pagina.
Secondo quanto previsto dalla legge di stabilità 2016, l’aumento del limite di reddito per poter beneficiare dell’esenzione potrà essere disposto in futuro con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze destinando a tal fine una quota delle eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone di abbonamento
rispetto al bilancio di previsione 2016. Solo a seguito dell’emanazione del decreto potrà essere predisposto un nuovo modello.
Attenzione: Si ricorda che la dichiarazione sostitutiva di esonero e l’istanza di rimborso dal pagamento del canone TV possono:
–          essere spedite per raccomandata, senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 – Torino
–          essere consegnate dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate
Dal link sottostante si scarica il modello relativo alla richiesta di esenzione:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Cittadini+ultrasettantacinquenni/Dichiarazione+sostitutiva+per+esenzione+pagamento+canone+TV/Circolaren46E_Allegato+n1.pdf
Dal link sottostante si reperisce il modello relativo alla richiesta di rimborso di cui si parla nella parte relativa all’esenzione dedicata agli ultrasettantacinquenni:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Cittadini+ultrasettantacinquenni/Modello+richiesta+rimborso+canone+TV/Circolare46E_Allegato_n2.pdf
Ove i link sopra riportati non dovessero funzionare, si rinvia al link appena sotto:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Cittadini+ultrasettantacinquenni/

3° “Caso particolare di esonero” 
–          Diplomatici e militari stranieri
Sono esentati dal pagamento del canone tv, per effetto di convenzioni internazionali:
gli agenti diplomatici, ai sensi dell’articolo 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961;
i funzionari o gli impiegati consolari, ai sensi dell’articolo 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963;
i funzionari di organizzazioni internazionali, esenti in base allo specifico accordo di sede applicabile;
i militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia, ai sensi dell’articolo 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951.
Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 04/05/2016 sono state definite le modalità e i termini di presentazione della dichiarazione sostitutiva di sussistenza dei presupposti di esenzione dal pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato per effetto di convenzioni internazionali, ed è stato approvato il relativo modello.
Dal 2016 è previsto, per i titolari di utenza elettrica per uso domestico residenziale, il pagamento del canone tv mediante addebito sulla fattura dell’utenza di energia elettrica. La presentazione della dichiarazione sostitutiva consente di far valere la condizione di esenzione anche al fine di evitare l’addebito del canone sulla fattura dell’utenza di energia elettrica intestata al dichiarante.
Qualora l’intestatario dell’utenza elettrica residenziale non sia il dichiarante, ma sia un componente della sua stessa famiglia anagrafica, è necessario riportare anche i dati anagrafici (nome, cognome e codice fiscale) del componente della famiglia anagrafica del dichiarante che sia intestatario dell’utenza elettrica residenziale.
Si ricorda che per famiglia anagrafica si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune (articolo 4 del D.P.R. n. 223/1989).
La dichiarazione sostitutiva, inoltre, deve essere presentata anche per comunicare il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata, ad esempio nel caso di cessazione anticipata dell’incarico diplomatico.
Restano valide le richieste di esenzione già presentate prima della pubblicazione del provvedimento del 04/05/2016.
COME
Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dall’interessato, unitamente ad un valido documento di riconoscimento, tramite plico raccomandato senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.
QUANDO
La dichiarazione sostitutiva può essere presentata in ogni giorno dell’anno e, ai fini della determinazione del canone dovuto, produce effetti in base alla data di decorrenza della condizione di esenzione e fino alla data di scadenza della stessa.
Attenzione: Esclusivamente per evitare l’addebito del canone sulle fatture emesse da parte delle imprese elettriche a partire dal mese di luglio 2016, la dichiarazione sostitutiva deve essere presentata entro il 23 maggio 2016, fermo restando il diritto al rimborso del canone eventualmente versato in eccesso.
Qualora a seguito di variazioni dell’incarico cui è legata la condizione di esenzione, sia rinnovata la carta d’identità diplomatica o ne sia rilasciata una nuova, è onere del dichiarante presentare tempestivamente una nuova dichiarazione in cui siano inseriti i dati aggiornati (numero, data di rilascio, data di scadenza).
È possibile presentare una nuova dichiarazione sostitutiva anche per comunicare variazioni dei nominativi dei familiari intestatari dell’utenza elettrica.
La dichiarazione di variazione dei presupposti va tempestivamente presentata nei casi in cui si verifichi il venir meno della condizione di esenzione legata all’incarico ricoperto.

Dal link sottostante si scarica il modello relativo alla richiesta di esenzione:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Diplomatici+e+militari+stranieri/Modello+diplomatici/Allegato+2+Provv.pdfDal link sottostante, invece si può scaricare il link relativo alle istruzioni che l’Agenzia delle Entrate fornisce:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Diplomatici+e+militari+stranieri/Istruzioni+diplomatici/Allegato1+Provv.pdf
Ove i link sopra riportati non dovessero funzionare, si rinvia al link sottostante:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Casi+particolari+di+esonero+TV/Diplomatici+e+militari+stranieri/

Una buona notizia per tutti coloro che hanno dubbi sulle modalità di pagamento del nuovo Canone Rai 2016. Dal 27 gennaio 2016 è attivo il numero verde 800.93.83.62, grazie al quale gli utenti potranno chiedere informazioni sulle nuove modalità previste a partire da quest’anno per il pagamento del Canone. Il servizio in questione, chiesto a gran voce da tutte le principali associazioni di consumatori italiane, è attivo tutti i giorni da lunedì a sabato dalle ore 9 alle ore 21. Chiamando a questo numero, quindi, tutti coloro che hanno bisogno di chiarimenti, potranno finalmente trovare delle risposte ufficiali.

Rimborso Canone Rai

A far data dal 02/08/2016, su emanazione del direttore dell’agenzia delle entrate, sarà possibile richiedere il rimborso del canone Rai pagato con la bolletta di Luglio. Ecco i link di riferimento:
1) Per accedere alla pagina dell’agenzia delle entrate riguardante il rimborso:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2016/agosto+2016+provvedimenti/provvedimento+02082016+rimborsi+canone

2) Testo del provvedimento in formato pdf

http://www.canone.rai.it//http://www.canone.rai.it//

3) Modello di richiesta di rimborso:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/2cf679cd-9a56-4318-b362-fb083078e9ff/Ric_RIMB_RAI_mod.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=2cf679cd-9a56-4318-b362-fb083078e9fff
4) modello contenenti le istruzioni utili alla compilazione della richiesta:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/116bef7f-46ab-49c1-a609-8709fd4b1182/Ric_RIMB_RAI_istr.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=116bef7f-46ab-49c1-a609-8709fd4b1182

BY Administrator – 14 Luglio 2016 –

Chiama Adesso!