Con Dolce & Gabbana, Napoli è in copertina

image_pdfimage_print

In questi giorni, si sta svolgendo a Napoli un evento molto importante, che propone la città agli occhi del mondo. Si tratta dei festeggiamenti per i trent’anni di attività dei notissimi stilisti Dolce & Gabbana.

La data d’apertura del programma è stata il 7 luglio, ieri, quando, in serata, si è svolta un’elegantissima serata di benvenuto, con una speciale sfilata, nella splendida cornice di Villa Pignatelli, la storica dimora alla Riviera di Chiaia.

Si prosegue, oggi, con la sfilata d’alta moda a via San Gregorio Armeno, vero cuore dell’evento, scelta appositamente dagli stilisti. “Tutto nasce da uno dei primi film della Loren, ‘L’oro di Napoli’, ha spiegato Dolce in un’intervista video online “Quando vedi questa strada, l’atteggiamento, la pizza, la donna formosa, la donna bella, ecco non potevamo che scegliere che via San Gregorio Armeno. Questa rappresentazione non si poteva fare da un’altra parte. Questa è la zona degli artisti, di chi sa fare le statuine una per una. È arte popolare. E’ la zona più autentica di Napoli, per me, per la mia ignoranza. Se la normalità fa strano mi spiace per gli altri”.

Si proseguirà, domani 9 luglio, con una sfilata di alta sartoria e una cena di gala a Castel dell’Ovo e il tutto si concluderà domenica 10 luglio, sulla spiaggia del Bagno Elena, a Posillipo, con una festa e un evento finale.

Insomma, coinvolta la Napoli verace, la Napoli storica, la Napoli che fa sognare…

Per l’occasione, sono arrivati tantissimi nomi del jet-set internazionale, quali Sofia Loren, scelta come madrina della manifestazione (l’artista, inoltre, domani riceverà al Maschio Angioino l’onorificenza di cittadina onoraria di Napoli), oltre ovviamente a modelli e modelle da tutto il mondo.

Da sottolineare che Dolce & Gabbana hanno contribuito in maniera sostanziale ai “danni” (chiusura di alcune strade, non-vendita indotta per molti negozi dei Decumani…) – volendoli chiamare con un nome improprio – provocati in città dall’evento. Infatti, oltre ad aver sostenuto le spese per il restauro di alcuni monumenti cittadini, come il campanile di San Gregorio Armeno, gli stilisti hanno destinato 40mila euro ai servizi accessori di Polizia municipale e netturbini, 15mila euro per la locazione di Castel dell’Ovo, 50mila euro per la zona dei Decumani e hanno occupato più di 400 camere negli alberghi cittadini. Infine, ciliegina sulla torta, pubblicheranno un libro nel quale racconteranno Napoli al mondo.

Insomma, un grande evento, una cosa stra-bella per Napoli, che per alcuni giorni sarà sotto gli occhi del mondo patinato, glamour. Una festa che sarà il la, ad esempio, per un grande ritorno in termini di turismo.

Ecco, desidero, a questo punto, porre una domanda… Oltre ad aver letto di questo evento sui Social (Facebook, Twitter…) e in Internet, qualcuno ne ha sentito parlare in TV? Ai TG? No, vero? Nemmeno un accenno.

Eppure oggi il TG1, ad esempio, ha mandato in onda un servizio sulla sfilata di Fendi a Roma, a Trinità dei Monti, per il 90esimo anniversario della famosa Maison di moda.

Fendi si, Dolce & Gabbana no? Eh si, purtroppo è così.

Non vogliamo essere prevenuti, non vogliamo fare i piagnoni – come a volte ci accusano d’essere – ma, signori, questa purtroppo è una realtà sotto gli occhi di tutti!

Ahimè, Napoli in TV, nei notiziari, ci va solo quando si tratta di episodi negativi. Camorra, malavita, munnezza! E vai, Napoli è la prima ad essere citata! Ma se parliamo di cose belle, di cose che elevano la nostra città alla statura di città internazionale, allora… possiamo pure star certi che queste notizie dobbiamo leggerle solo per vie traverse o sui Social e dobbiamo mettere in conto che tanta, tantissima gente non saprà nulla di ciò, perché comunque non tutto il popolo frequenta i Social.

E così, con una nota di rabbia mista a dispiacere, desidero comunque ringraziare Dolce & Gabbana, per aver scelto Napoli, averla coinvolta in questo importante evento per loro e la loro carriera e averla portata sotto gli occhi del mondo, così come la nostra città merita.

Daniela Adamo

(8/07/2016)

Chiama Adesso!